A.S.L. TO3 - Azienda Sanitaria Locale di Collegno e Pinerolo

Sommario:

personalizza:



Servizi online
ASL TO3
ALTRE INFORMAZIONI UTILI

Assistenza territoriale

home › ASL TO3 › Assistenza territoriale

Iscrizione al servizio sanitario nazionale

Per avere diritto all’assistenza sanitaria, i cittadini italiani hanno l’obbligo di iscriversi al Servizio sanitario nazionale (Ssn). Al momento dell’iscrizione viene rilasciata la tessera sanitaria individuale, che deve essere esibita per fruire dei servizi. In caso di smarrimento o furto, su presentazione di apposita domanda, viene rilasciato un duplicato.

L’iscrizione deve essere effettuata dall’interessato presso lo sportello Scelta e revoca del proprio Distretto sanitario di residenza, presentando i seguenti documenti:

  • codice fiscale;
  • certificato di residenza o autocertificazione;
  • documento d’identità

Iscrizione neonati

Per l’iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale dei neonati bisogna presentarsi agli Sportelli di scelta e revoca coni seguenti documenti: documento del genitore, autocertificazione da cui risulti già il nuovo nato e codice fiscale di quest’ultimo.

Dove

Il medico di famiglia e il pediatra di libera scelta

Ogni individuo che abbia compiuto i 6 anni di età, già iscritto o iscrivibile al SSN, ha diritto di scegliere liberamente, nel proprio ambito territoriale di residenza e/o di domicilio, un Medico di Medicina Generale che non abbia raggiunto il massimale individuale previsto dalla normativa.
Per i bambini da 0 a 6 anni i genitori, tutori, affidatari o chi ne fa le veci possono scegliere liberamente nel proprio ambito territoriale un Pediatra di Libera Scelta che non abbia ancora raggiunto il massimale individuale previsto dalla normativa, e mantenerlo fino ai 14 anni di età (fatte salve le eccezioni di proroga per gravi patologie sino a 16 anni). Dai 6 ai 14 anni di età è lasciata ai genitori degli assistiti la facoltà di scegliere tra il Pediatra o il Medico di Medicina Generale.

L’attività del medico di famiglia e del pediatra di libera scelta comprende:

  • visite mediche ambulatoriali;
  • visite mediche domiciliari (se richieste prima delle 10 vengono effettuate in giornata; se richieste dopo le 10 vengono effettuate entro le 12 del giorno successivo);
  • prescrizioni di farmaci;
  • richieste di visite specialistiche ed esami;
  • proposta di ricovero;
  • rilascio di certificati legali gratuiti o a pagamento;
  • definizione di piani di assistenza domiciliare.

Il medico di famiglia e il pediatra di libera scelta prestano attività in ambulatorio per 5 giorni a settimana, preferibilmente dal lunedì al venerdì, secondo l’orario che ciascuno espone nel proprio studio.

Nei giorni prefestivi e festivi dalle ore 20 alle ore 8 è a disposizione il servizio di continuità assistenziale / Guardia Medica.

Per i pazienti impossibilitati a recarsi in studio, la visita domiciliare, se richiesta entro le 10 (sabato compreso), sarà effettuata in giornata. Le richieste pervenute dopo tale ora, potranno essere effettuate entro le 12 del giorno successivo.

Per visualizzare l’elenco dei medici di famiglia e dei pediatri, con indirizzo e orario di ambulatorio: elenco medici e pediatri

Scelta e revoca del medico di famiglia e del pediatra di libera scelta

Il rapporto tra l’assistito e il medico di famiglia (o il pediatra di libera scelta) è fondato sulla fiducia. Al momento dell’iscrizione al Servizio sanitario nazionale, il cittadino ha quindi diritto di scegliere il proprio medico, tra quelli inseriti in un apposito elenco (di cui può prendere visione presso l’Ufficio Scelta e revoca del proprio Distretto) purché non abbiano superato il numero massimo di assistiti.

La scelta del medico di famiglia e del pediatra di libera scelta può essere revocata in qualsiasi momento, per effettuarne una nuova.

La scelta o la revoca del medico di famiglia e del pediatra di libera scelta si effettua presso gli Uffici Scelta e revoca dei Distretti, presentando i seguenti documenti:

  • tessera sanitaria cartacea (che in caso di nuova scelta viene ritirata e distrutta per essere sostituita da quella nuova);
  • tessera TEAM (o in caso di suo smarrimento, il codice fiscale);
  • documento di identità;
  • certificato (o autocertificazione) di residenza se il richiedente ha cambiato Comune, oppure ricevuta, rilasciata dal comune, della richiesta di nuova residenza.
Dove

L'assistenza sanitaria per gli italiani non residenti

Gli utenti residenti al di fuori ma domiciliati nell’ASL TO 3 per più di 3 mesi consecutivi possono presentare la domanda d’iscrizione temporanea negli elenchi degli assistiti di un medico dell'ASL TO3 all'ufficio scelta e revoca del distretto in cui intendono eleggere il proprio domicilio sanitario, esclusivamente per i seguenti tre comprovati motivi:

  • Lavoro
    L’utente presenta un certificato rilasciato dal datore di lavoro oppure autocertifica che per motivi di lavoro per un periodo superiore ai tre mesi ha il domicilio in un comune dell’ambito territoriale del medico prescelto, indipendentemente che il rapporto di lavoro sia a tempo determinato o meno. Il medesimo diritto viene acquisito da eventuali figli non maggiorenni del domiciliato e dal coniuge a carico.
  • Studio
    L’utente presenta un certificato di frequenza rilasciato dalla scuola o dall'ente o autocertifica che per motivi di studio per un periodo superiore ai tre mesi ha il domicilio in un comune dell’ambito territoriale del medico prescelto. Il medesimo diritto viene acquisito da eventuali figli non maggiorenni del domiciliato.
  • Salute
    L’utente deve presentare o il verbale di invalidità (con percentuale del 100% o 100% + Indennità di Accompagnamento) o un certificato rilasciato da un medico specialista di struttura pubblica, che attesti la necessità di assistenza continua oppure dichiarazione di ricovero presso strutture per anziani non autosufficienti o disabili. Il concetto di motivi di salute è esteso al caso in cui il cittadino necessiti di assistenza garantibile nell'ambito familiare (soggetti che per motivi di salute soggiornano temporaneamente presso familiari o viceversa familiari non residenti che devono assistere un residente). Il medesimo diritto viene acquisito da eventuali figli non maggiorenni del domiciliato.

Il domiciliato che mantiene la residenza fuori dalla Regione Piemonte è tenuto a presentare anche la dichiarazione di cancellazione del medico rilasciata dall’ASL di provenienza.
Ottenuto l’assenso per la domiciliazione sanitaria, la scelta dovrà essere operata tra i medici dell’ambito di domicilio che non abbiano ancora raggiunto il massimale previsto dalla normativa.
L’iscrizione temporanea è annuale ed è rinnovabile se rimane valida una delle tre condizioni sopra descritte.

Nel caso invece di soggiorni inferiori ai 3 mesi, in caso di necessità, ci si può rivolgere a un medico di medicina generale, a un pediatra di libera scelta e ai servizi di guardia medica notturna, festiva, prefestiva e turistica, pagando al termine della visita la prestazione ricevuta direttamente al professionista.

Al rientro presso la propria residenza, gli appartenenti alle seguenti categorie possono chiedere il rimborso alla propria Asl di appartenenza, dietro presentazione della fattura rilasciata:

  • minori di anni 6;
  • ultrasessantacinquenni il cui reddito sia inferiore a euro 36.151,98 lordi l’anno;
  • cittadini portatori di handicap il cui grado di invalidità sia pari o superiore al 67 per cento.
Dove


ASL TO3, via Martiri XXX Aprile 30 – 10093 Collegno (TO) Italia P.IVA e C.F. 09735650013
Supplemento al n. 2 di ASLTO3 INFORMA di gennaio 2009 Aut.Trib.Pinerolo 02/99 - Direttore Responsabile Mauro Deidier
Disclaimer - © Copyright 2006 - ® Tutti i Diritti Riservati Realizzato dalla ASL TO 3 in collaborazione con il CSI-Piemonte Sito Web Accessibile W3c XHTML 1.0 W3C Valid CSS