A.S.L. TO3 - Azienda Sanitaria Locale di Collegno e Pinerolo

Sommario:

personalizza:


Servizi online
ASL TO3
ALTRE INFORMAZIONI UTILI

News

home › News › Riordino e valorizzazione dell’ospedale di Giaveno

IL RIORDINO E LA VALORIZZAZIONE DELL’OSPEDALE DI GIAVENO

PRESENTATO IERI A GIAVENO SU INVITO DEL SINDACO RUFFINO IL PROGRAMMA DI RIORDINO MESSO A PUNTO DALLA DIREZIONE DELL’ASL TO3 – ATTIVAZIONE DI 30 POSTI DI CONTINUITA’ ASSISTENZIALE AL POSTO DI MEDICINA E LUNGODEGENZA - MANTENIMENTO PUNTO DI PRIMO INTERVENTO E POTENZIAMENTO DELLE ATTIVITA’ SPECIALISTICHE E TERRITORIALI

ospedaleLa Direzione dell’ASL TO3 sta mettendo a punto in questo periodo, in accordo con la Regione Piemonte, i piani di riordino di presidi aziendali: fra questi l’Ospedale di Giaveno.

In un’ottica di massima trasparenza, come già accaduto per i Presidi di Avigliana, Venaria , Torre Pellice e Pomaretto, il Direttore Generale Dr. Gaetano Cosenza , in accordo e su invito del Sindaco di Giaveno Daniela Ruffino, ha spiegato nel dettaglio il programma di riordino anche per raccogliere ogni utile osservazione.

Presenti all’incontro ed intervenuti, il

Direttore Sanitario Dr.ssa Luisella Cesari , nonché i responsabili dei servizi di riferimento Dr. Silvio Venuti, Dr. Davide Minniti, Dr.Valter Girotti e Dr.ssa Daniela Zanella.

Il progetto di riordino , sentiti i sindaci e le altre istituzioni di riferimento, verrà poi ricompreso nel redigendo atto e piano di organizzazione aziendale.

Il Dr. Cosenza, nel suo intervento ha chiarito che “Per il Presidio di Giaveno è stato indispensabile rispettare le norme nazionali che non prevedono più ricoveri in strutture come Medicina Generale; tuttavia , valutati attentamente i bisogni di salute della popolazione e la localizzazione geografica, si è deciso insieme alla Regione di salvaguardare e valorizzare il Presidio con nuove attività differenziate rispetto alla vicina struttura di Avigliana; come già accaduto in altre realtà della nostra azienda come Avigliana, Torre Pellice, Pomaretto e Venaria, il futuro programmato per Giaveno rappresenta la massima possibile valorizzazione del Presidio con le risorse disponibili e nel rispetto delle norme”.

Tutto è stato scritto in un progetto di riordino, nero su bianco, e spiegato pubblicamente nei dettagli: tutto ciò che si intende mantenere e potenziare nonché ciò che viene riorganizzato.

In estrema sintesi si prevedono le seguenti azioni:

1. 30 POSTI DI CONTINUITA’ ASSISTENZIALE - Attivazione di n. 30 posti letto di Continuità assistenziale a valenza sanitaria ad alta e media intensità in contemporanea alla chiusura dei posti letto di Medicina Generale e di Lungodegenza ( chiusura in ottemperanza alla norma nazionale che non li prevede più nei presidi sotto 120 posti). I 30 posti garantiranno la continuità di cura ai pazienti dimessi dagli ospedali ma non ancora in grado di rientrare a domicilio;

2. PUNTO PRIMO INTERVENTO - Viene mantenuto il punto di primo intervento ( ore 8-20) che garantirà la gestione del paziente con problematiche non differibili con la presenza di un medico, un infermiere ed il supporto dei servizi di emergenza , di guardia medica e dei servizi diagnostici ( RX,ECG,Ecografia ecc.)

3. MANTENIMENTO E POTENZIAMENTO ATTIVITA’ SPECIALISTICHE - Potenziamento delle attività specialistiche ambulatoriali: Allergologia 6 ore settimanali ) cardiologia 14 ore incrementate di 10 ore settimanali),Chirurgia vascolare-Ecodoppler (11 ore incrementate di 6 ore), Dermatologia ( 6 ore sett.), Diabetologia Endocrinologia ( 26 ore sett.), Ecocardiogramma ( 9 ore incrementate di altre 9 ore), Ecografia (( 9 ore incrementate di 6 ore), Fisiatria ( 6 ore incrementate di 6 ore), Geriatria ( 2 ore), Nefrologia (4 ore sett.), Neurologia (11 ore sett.), Neropsich. Infantile (3 ore sett.), Oculistica 10 ore sett. incrementate di 2 ore), Odontoiatria (28 ore sett. e potenziamento dell’ambulatorio di odontoiatria per disabili come centro di riferimento aziendale), Ostetricia-Ginecologia ( 6 ore sett., ORL ( 3 ore sett.) , Pneumologia (5 ore sett. Incrementate di 1 ora), Urologia ( 5 ore sett.), Psicologia ( accesso regolamentato) e Radiologia ( accesso diretto). ospedale

4. NUOVO MODELLO PRESA IN CARICO – Viene e attivata la sperimentazione di un nuovo modello organizzativo integrato di gestione del paziente territoriale sulle 24 ore. Questo modello prevede la presa in carico stabile dei pazienti per le patologie croniche di maggiore rilevanza ( scompenso cardiaco, Diabete, ipertensione ecc.) e si realizza mediante nuove tecniche di gestione e monitoraggio del paziente in modo integrato con il Poliambulatorio;

5. SVILUPPO DEI SERVIZI TERRITORIALI E CURE DOMICILIARI - Potenziamento delle Cure Domiciliari con approccio multidisciplinare ed aumento dei casi in carico. Sviluppo dell’infermieristica di iniziativa (ovvero presa in carico di patologie croniche gravi a domicilio ecc.) in collaborazione con la Telemedicina. Aumento dell’organico delle cure domiciliari di 2 unità che consentiranno di raggiungere il valore di 11 infermieri ed un coordinatore.Istituzione di un nucleo di 2 posti letto dedicati ai pazienti con dolore acuto in ambito oncologico gestiti nel presidio in modo integrato con la continuità assistenziale in collaborazione con il servizio di cure palliative domiciliari.

6. TELEMEDICINA - Sviluppo del progetto di Telemedicina applicata all’assistenza domiciliare in rete e alla refertazione degli esami a distanza con la centrale di coordinamento di Avigliana e con gli ospedali cardine.

In aggiunta a quanto sopra a Giaveno vengono potenziate le prestazioni erogate nell’area territoriale da consultori Materno infantili e Pediatrici, SERT, Centro di salute mentale e Dipartimento di Prevenzione.

In definitiva si prevede quindi il pieno utilizzo logistico del presidio, che diverrà riferimento unico anche per attività sanitarie attualmente frammentate in altre sedi. In seguito al riordino le risorse umane verranno pertanto re-impiegate sul territorio in cui già operavano, fatte salve singole richieste di mobilità.

sala consiliare

Soddisfazione per il progetto e la sua presentazione è stata espressa dal Sindaco di Giaveno Daniela Ruffino : “Ritengo i servizi erogati dall'Ospedale importanti e fondamentali a garantire la salute ai cittadini. Sono felice del risultato che segna un punto di "ripartenza" per l'Ospedale, che mi vedra' impegnata come Sindaco e con i colleghi Sindaci della Valsangone. Ha pagato il dialogo, il coinvolgimento equilibrato della popolazione, la voglia di costruire e non dare mai il nostro Ospedale per chiuso.”.

24 ottobre 2013

altre notizie >>



ASL TO3, via Martiri XXX Aprile 30 – 10093 Collegno (TO) Italia P.IVA e C.F. 09735650013
Posta Elettronica Certificata
Disclaimer - Cookies Policy
© Copyright 2006 - ® Tutti i Diritti Riservati Realizzato dalla ASL TO 3 in collaborazione con il CSI-Piemonte Sito Web Accessibile W3c XHTML 1.0 W3C Valid CSS