A.S.L. TO3 - Azienda Sanitaria Locale di Collegno e Pinerolo

Sommario:

personalizza:


Servizi online
ASL TO3
ALTRE INFORMAZIONI UTILI

News

home › News › Risultati dei primi 10 anni di screening del tumore colon-retto

5 maggio 2016

SCREENING PREVENZIONE TUMORI COLON-RETTO: DIAGNOSTICATI NELL’ASL TO3 1750 TUMORI IN FASE PRECOCE E 194 TUMORI MALIGNI

PRESENTATI I DATI DEI PRIMI 10 ANNI DI SCREENING CON 15.000 SIGMOIDOSCOPIE E 50.000 TEST SANGUE OCCULTO EFFETTUATI

Sono stati presentati in questi giorni i risultati dei primi 10 anni di screening del tumore colon-retto nell’ASL TO3 nell’ambito del programma Prevenzione Serena. Risultati  di chiara evidenza:  lo screening effettuato in questi anni sulla popolazione ”bersaglio”, quella sui residenti  fra  i 58 ed i 69 anni  di età,  ha consentito di diagnosticare  1747 tumori in fase precoce e 194 tumori maligni in fase più avanzata.

SCREENING PREVENZIONE TUMORI COLON-RETTOE’ ampiamente dimostrato come la diagnosi precoce  riduca come minimo del  30%  la mortalità  per i tumori del colon-retto  tenuto conto che in Italia,  si registrano oltre 50.000 nuove diagnosi di tumore ogni anno; considerando entrambi i sessi,  il tumore del colon-retto rappresenta infatti  in Italia  la patologia oncologica più frequente con il 14% del totale dei tumori., seguito dalla mammella (13%) prostata ( 11,5 %), polmone (11%) e vescica (7%).. Una patologia abbastanza rara prima dei 40 anni, e sempre più frequente  oltre i 60 anni, con un  picco massimo verso gli 80 anni .

SCREENING PREVENZIONE TUMORI COLON-RETTOLe evidenze scientifiche nazionali ed internazionali  hanno dimostrato che è sufficiente eseguire  la sigmoidoscopia ( un esame che dura non più di 10 minuti) una volta nella vita a 58 anni per ottenere una riduzione del 40 % del rischio di ammalarsi del tumore del colon-retto. Come pure si rileva  che sottoporsi ogni 2 anni al test per la ricerca del sangue occulto nelle feci  riduce del 25% il rischio di decesso per tumore del colon-retto.

Quanto sopra è essenzialmente dovuto per esempio  all’individuazione  precoce di polipi ( adenomi)  che solitamente sono benigni ma sviluppandosi nell’arco anche di un decennio,  possono trasformarsi in tumori maligni.
Sempre grazie alla diagnosi precoce, la prognosi favorevole del tumore è in aumento: la sopravvivenza  a 5 anni dalla diagnosi è passata dal 50% dei primi anni ’90 al 63/ 64% dal 2007 in poi.

SCREENING PREVENZIONE TUMORI COLON-RETTOIn questi ultimi 10  anni di screening, l’ASL TO3  in sinergia con l’Azienda  Ospedaliera San Luigi di Orbassano, ha inviato 48.000 inviti a casa dei 58enni a presentarsi per la sigmoidoscopia  ( circa il 28% le persone che  si sono poi  presentate)  e 100.000  invitati per il test di ricerca sangue occulto dall’inizio dello screening avvenuto nel 2010  con  circa la metà delle persone che si sono effettivamente presentate.

L’adesione da parte dei  residenti nell’ASL TO3  all’intero  programma , ( quindi sia alla sigmoidoscopia, sia al test sangue occulto sia alla coloncopia nei casi previsti)   è stata  ben al di sopra delle medie regionali e nazionali. Qualche  esempio :  il 26%  di media fra uomini e donne   hanno risposto all’invito per la sigmoidoscopia contro il  22,5 %  medio a livello regionale.

SCREENING PREVENZIONE TUMORI COLON-RETTOAltro dato fortemente positivo  è costituito dal 60% di colonscopie che si sono riuscite ad eseguire entro 30 giorni  dalla prescrizione contro il 40% a livello regionale, o ancora la qualità e completezza degli esami effettuati con il 97% di colonscopie complete ( che hanno raggiunto l’intestino cieco), dato migliore del Piemonte,  contro il 90% di standard regionale.

Il personale dell’UVOS – Unità di valutazione ed organizzazione dello screening (Dr.ssa Maita Sartori e Dr. Michele Ciminale) coordina la programmazione dello screening Prevenzione Serena nell’ASL TO3 in stretta sinergia con le Unità di Endoscopia Digestiva dell'ASL TO3, in particolare con l'equipe di Gastroenterologia dell'Ospedale di Rivoli guidata dal Dr. Dario Mazzucco. e della  Gastroenterologia dell’Ospedale di Pinerolo guidata dal Dr. Nicola Liuzzi.

I dati di sopravvivenza per lesioni del colonretto iniziali (adenomi cancerizzati) è superiore al 90% a 5 anni e si riferiscono alla sopravvivenza globale del tumore del colon retto (diagnosi in corso di screening, diagnosi al di fuori dello screening).Dr. Flavio Boraso

“Risultati senz’altro importanti che hanno consentito di  ridurre in modo significativo la mortalità “ sottolinea il Dr. Flavio Boraso “  l’esperienza maturata  ed i risultati  finora  raggiunti devono comunque spronarci a migliorare ulteriormente:  per esempio occorre  tentare di estendere  lo screening a tutta la popolazione- bersaglio ( oggi al 95%) ,  sensibilizzare sempre più  gli invitati a presentarsi allo screening stesso,  e riuscire come sistema sanitario a dedicare agli screening di  prevenzione sempre più risorse”.

 

 

 

altre notizie >>



ASL TO3, via Martiri XXX Aprile 30 – 10093 Collegno (TO) Italia P.IVA e C.F. 09735650013
Posta Elettronica Certificata
Disclaimer - Cookies Policy
© Copyright 2006 - ® Tutti i Diritti Riservati Realizzato dalla ASL TO 3 in collaborazione con il CSI-Piemonte Sito Web Accessibile W3c XHTML 1.0 W3C Valid CSS