Demenza: un mondo possibile nella nostra mente

Laboratori narrativi e screening della memoria della Psicologia dell’AslTo3 a Biennale Democrazia 2021

Domenica 10 ottobre – Torino Circolo dei Lettori – Sala Grande

Ore 15.30 e 17.00

 

Il rapporto con l’invecchiamento, le paure e le opportunità che questo scatena, gli stereotipi sulla diversità: sono questi i principali temi dei laboratori narrativi che la Psicologia della Asl TO3 guidata da Alessandro Bonansea, porta a Biennale Democrazia 2021, al Circolo dei Lettori di Torino.

Nella giornata di domenica 10 ottobre, alle 15.30 e alle 17, l’antropologa culturale Lucia Portis con gli psicologi dell’Asl guideranno i partecipanti in un percorso di narrazione autobiografica basata sull’immedesimazione in una situazione esistenziale “altra” dalla propria, quella della demenza, che è uno dei mondi possibili, tema su cui si concentra l’edizione di quest’anno di Biennale Democrazia. I laboratori durano 40 minuti ciascuno.

La simulazione stimola la consapevolezza dei bisogni dell’altro e di conseguenza le possibili risposte che tutti noi possiamo mettere in atto per migliorare qualità di vita e l’inclusione delle persone che vivono con demenza, dei loro famigliari e delle persone del contesto sociale in cui sono inserite.

Il modello dei laboratori è già stato implementato nell’ambito del progetto europeo Muovi le tue mani per la demenza nel periodo novembre 2020-febbraio 2021 nei contesti formativi per adulti quali ad esempio CPIA, Università della terza Età, Circolo dei lettori, Associazioni attive nell’ambito del sociale.

Il progetto “Demenza: un mondo possibile nella nostra mente” che è parte del calendario di Biennale Democrazia è una azione di comunicazione del progetto MYH4D, Move Your Hands for Dementia, progetto europeo per il quale l’Azienda Sanitaria è stata premiata lo scorso anno dalla Commissione europea nell’ambito del programma Erasmus Plus – settore Educazione per gli Adulti, e ha lo scopo di promuovere i valori sottostanti al progetto, dell’inclusione sociale, dell’integrazione, della costruzione e condivisione di significato del vivere con la demenza.

In apertura dei laboratori, per chi potrà essere interessato, il Servizio di Psicologia proporrà lo screening della memoria: un momento di valutazione individuale attraverso un test per controllare come ricordiamo e quanta memoria abbiamo.

I laboratori sono gratuiti ed è possibile iscriversi qui oppure di persona al momento della partecipazione.

Aumento Testo