PROFUGHI DALL’UCRAINA

Data prima pubblicazione: 18/03/2022

 

COMUNICAZIONE ALL’ARRIVO

È necessario comunicare le generalità dei cittadini ucraini ospitati alle autorità locali, recandosi presso una Stazione di Polizia o il proprio Comune.

 

PROFILASSI SANITARIA ANTI-COVID

Tutte le persone provenienti dall’Ucraina devono sottoporsi a un tampone antigenico o molecolare entro 48 ore dal loro ingresso in Italia.

È previsto un accesso diretto ai tamponi, con percorsi dedicati negli hotspot del territorio. 

Per il territorio dell’AslTo3, questi sono le sedi e gli orari dove effettuare, gratuitamente, i tamponi ad accesso diretto.

 

ASSISTENZA SANITARIA 

I profughi prevenienti dall’Ucraina possono accedere al Servizio Sanitario Nazionale e ottenere il Medico di Medicina Generale o il Pediatra di Libera Scelta attraverso diverse procedure, a seconda della loro situazione.

 

Persone con permesso di soggiorno rilasciato dalla questura. 
Possono recarsi presso uno dei CUP AslTo3 con il permesso di soggiorno e il codice fiscale per scegliere il Medico o il Pediatra.

 

Persone senza permesso di soggiorno ma con documenti di identità e certificato di nascita dei figli minori. 
Possono recarsi presso uno dei Centri ISI AslTo3 per il rilascio del codice STP – Straniero Temporaneamente Presente.

 

Persone senza documenti di riconoscimento.
In assenza di documenti i cittadini ucraini possono recarsi al consolato ucraino di Milano. Dopo il rilascio del certificato di identificazione da parte dell’autorità competente, potranno intraprendere uno dei due percorsi descritti in precedenza.

 

Per ulteriori informazioni, per recapiti, sedi e orari, scaricare l’informativa.

 

ALTRE INFORMAZIONI