Stranieri

Stranieri

Per informazioni sui profughi provenienti dall’Ucraina consulta la pagina dedicata.

Centri ISI ASLTO3

  • COLLEGNO – Villa Rosa – Via Torino, 1
    lunedì e mercoledì ore 12.00 – 16.00
    Tel.011/4017760 – Cell. 3669310446
  • ORBASSANO – P.za Generale C.A. Dalla Chiesa, 1
    giovedì ore 9.00 – 13.00
    Tel. 011/9036489 – Cell. 3669310446
  • OULX – Corso Torino, 37
    venerdì ore 14.00 – 17.00
    Tel. 0122/621506 – Cell. 3669310466
  • PINEROLO – Stradale Fenestrelle, 72
    giovedì ore 14.00 – 17.00
    Tel. 0121/235213 – Cell. 3669310466
  • SUSA – P.za San Francesco, 4
    venerdì ore 10.00 – 13.00
    Tel. 0122/621488 – Cell. 3669310466

Assistenza sanitaria agli stranieri

Gli stranieri provenienti da paesi extraeuropei possono essere regolarmente presenti, in quanto in possesso di permesso di soggiorno, o essere presenti e non avere un permesso di soggiorno (irregolari o clandestini).
Ai cittadini comunitari per i primi 3 mesi di soggiorno in Italia è garantito l’accesso alle prestazioni sanitarie attraverso l’utilizzo della tessera TEAM rilasciata dallo Stato di provenienza.

Extracomunitari con permesso di soggiorno

Gli stranieri non comunitari in possesso di permesso di soggiorno e i cittadini comunitari soggiornanti da più di 3 mesi sono iscrivibili obbligatoriamente, unitamente ai familiari a carico, al Servizio Sanitario Nazionale, a parità di trattamento con i cittadini italiani residenti in Italia e con oneri a carico dello stesso Servizio Sanitario Nazionale, nei seguenti casi:

  • regolare attività di lavoro subordinato o autonomo o iscrizione nelle liste dei Centri per l’Impiego;
  • asilo politico/umanitario, richiesta di protezione internazionale o richiesta di asilo, vittime di tratta, richiesta di cittadinanza;
  • attesa di adozione/affido;
  • detenuti negli istituti penitenziari.

I cittadini non residenti ma solo domiciliati non sono mai iscrivibili.
Non possono essere iscritti volontariamente al SSN i cittadini stranieri titolari di permesso di soggiorno per cure mediche, motivi di turismo e affari.
Possono richiedere l’iscrizione volontaria al SSN gli stranieri comunitari ed extra comunitari, o della Svizzera, Islanda e Liechtenstein con permesso di soggiorno e residenza sul ns. territorio, appartenenti alle seguenti categorie, dietro versamento del contributo annuale (anno solare) effettuabile su mod. F24, in distribuzione presso le banche o Ufficio Postale, o scaricabile qui:

  • residenza elettiva
  • per motivi di volontariato
  • per motivi religiosi (non appartenenti al Clero)
  • per ricongiungimento familiare ultra sessantacinquenne
  • assistenza minori
  • dipendenti stranieri delle organizzazioni internazionali operanti in Italia e personale accreditato
    presso rappresentanze diplomatiche e uffici consolari, con esclusione del personale assunto a
    contratto in Italia per il quale è obbligatoria l’iscrizione al SSN)
  • per motivi di studio
  • persone collocate alla pari

La scelta del medico, per le due suddette categorie è attribuita all’anno solare di riferimento del versamento.

Per iscriversi volontariamente al SSN occorre corrispondere un contributo annuale calcolato sul reddito complessivo conseguito nell’anno precedente (da intendersi come anno solare) in Italia o all’estero.
Tale contributo si calcola applicando:

  • l’aliquota del 7,50% fino alla quota di reddito pari a € 20.658,27
  • l’aliquota del 4% sugli importi eccedenti a € 20.658,27 e fino al limite di € 51.645,69

In ogni caso l’importo non potrà essere inferiore a € 387,34.
Nel caso di ricongiungimento familiare ultra sessantacinquenne, il calcolo viene applicato sul reddito del familiare che ha chiesto il ricongiungimento del genitore ultrasessantacinquenne a carico.

Il contributo da versare per l’iscrizione volontaria è forfettario nei seguenti due casi:

  • motivi di studio: il contributo è di € 149,77
  • persone collocate alla pari: il contributo è di € 219,49

E’ possibile calcolare l’importo del contributo da versare scaricando il simulatore di calcolo sottostante.

Come

Gli stranieri che hanno diritto all’iscrizione al Servizio sanitario nazionale devono recarsi presso gli Uffici scelta e revoca del proprio Distretto presentando i seguenti documenti:

  • documento di identità;
  • permesso di soggiorno;
  • certificato di residenza o di domicilio
  • codice fiscale
  • dichiarazione dei redditi in Italia e/o all’estero
  • ricevuta del F24 attestante il versamento

Dove

La scelta e revoca del medico di famiglia e del pediatra di libera scelta si effettua presso i Centri di Prenotazione aziendali
N.B. Presso il CUP dell’Ospedale di Rivoli NON è possibile effettuare la scelta / revoca.

Extracomunitari senza permesso di soggiorno

Ai cittadini extracomunitari senza permesso di soggiorno, ovvero stranieri temporaneamente presenti (STP) è garantita l’assistenza sanitaria di base. In particolare sono assicurate:

  • le cure ambulatoriali e ospedaliere urgenti o comunque essenziali, anche se continuative, per malattia e infortunio, nel rispetto del principio della continuità delle cure;
  • l’assistenza in gravidanza e durante la maternità;
  • la tutela della salute del minore;
  • le vaccinazioni previste dalla normativa nazionale e nell’ambito di interventi di prevenzione collettiva autorizzati dalla Regione;
  • le vaccinazioni internazionali;
  • la profilassi, la diagnosi e il trattamento delle malattie infettive;

Come

Allo straniero privo del permesso di soggiorno viene rilasciato dai centri ISI di riferimento un apposito tesserino con un codice regionale a sigla STP, che deve essere esibito per usufruire delle prestazioni sanitarie alle quali si ha diritto. Il tesserino ha validità semestrale su tutto il territorio nazionale ed è rinnovabile in caso di permanenza dello straniero.

Presso lo sportello, il personale sanitario (Medico e Infermiere) garantisce l’assistenza sanitaria di base (in analogia al medico di medicina generale). Può prescrivere farmaci su ricettario del SSN e accertamenti diagnostici e specialistici che il paziente può eseguire presso i presidi dell’ASL.

Presso lo sportello ISI il cittadino straniero trova ad accoglierlo anche un Mediatore Interculturale, figura professionale importante per permettere una migliore comunicazione tra il paziente e il medico, non solo in termini di comprensione linguistica, ma soprattutto in termini di confronto tra culture e approcci diversi alla salute e alla malattia

Ai cittadini comunitari soggiornanti da più di 3 mesi e non iscrivibili è garantita l’assistenza sanitaria di base come per i cittadini extracomunitari senza permesso di soggiorno, tramite rilascio, presso gli sportelli ISI, del tesserino con codice ENI (Europeo Non Iscrivibile).

L’utilizzo dei servizi sanitari non comporta alcuna segnalazione alla Polizia giudiziaria da parte degli operatori sanitari.

Dove

Consulta sedi e orari dei Centri ISI – Informazione Salute Immigrati AslTo3 pubblicati qui a inizio pagina.